San Pietro in lorde-G.Zanazzo

San Pietro quann’ è tutt’impimpinato ch’antra figura fa! che pacioccone!

me pare de vedé ‘no scacchettoneli primi giorni che va a fà er sordato.

PoveraccIo, se trova un po impaccIatoco sto straccio de callo buscaroneje vann’a métte in testa quer pilonech’a momenti lo fa mori affogato!

Pari che dichi a chi lo va a bacià« Sbrigamese, regazzi, ce vò tanto,che ve, rode? c’è poco da guardà»! 

Ve pijerebbe l’estro, sor Loreto,mettmo caso lui non fussi un santo,d’annaje a di: « Paranza, giù quer deto »!

Sagrestia di S.. Pietro, 28 giugno 1876.

Precedente UN PRIVILEGGIO-G.G.Belli Successivo La Madonna del Divino Amore