Le oche der campidojo

Na leggenda dalle più famose è legata all’assedio de Roma da parte der popolo dei Galli. Er tutto se svorge sur Campidojo, là dove ce stava er tempio di Giunone  ‘ndove i viveveno le oche sacre a la  dea. Li Romani, assediati dai Galli, cominciavano a senti’ a fame, e erano tentati dar desiderio de uccide le oche si giraveno sul Campidojo, ma nnun ce provarono perchè ste’ oche ereno considerate sacre.
Una notte Marco Manlio, un sordato che dormiva ner tempio de Giunone, sentì le oche stranazza’, subito se arzò e corze al le mura da rocca.

Se scontrò con un Gallo che assieme all’ artri staveno a scala’ a rocca, affrontò er primo e je strappò e dita.Ner medesimo le oche continuaveno a stranazza’ e così svegliorno tutto l’esercito che se precipitò a da na mano a Marco Manlio.
I Galli, grazie all’ allarme dato da le oche, furno sconfitti.

Precedente Er pane è bono cò... Successivo La campana der campidojo