Crea sito
Dic
21
2011

Stornellata romana

Gira, gira e fai la rota
e nun falla mai ferma’.

Quando ar mattino Roma s’e’ svejata
pare ‘n pavone quando fa la rota,
sembra na pennellata fatta d’arcobaleno,
pure si piove, pare ch’e’ sereno.

Gira, gira e fai la rota
nun te devi mai stanca’,
gira, gira e fai la rota
e nun falla mai ferma’.

Te vojo bene e ancora nun lo sai,
ma guarda bene dentro all’occhi miji,
così ce leggerai ‘na lettera d’amore
che ho scritto e sigillata ‘n fonno ar core.

Gira, gira e fai la rota
nun te devi mai stanca’,
gira, gira e fai la rota
e nun falla mai ferma’.

Io c’ho ‘n’amore que nun ha mai fine,
nun e’ geloso e nun me da’ le pene,
c’ha tere e c’ha coline, e’ ricco de tesori
è Roma mia, er più grande dell’amori.

Gira, gira e fai la rota
nun te devi mai stanca’,
gira, gira e fai la rota
e nun falla mai ferma’! 

“LE AVVENTURE DEL CAVALIERE CLAUDIUM “
Il valoroso Cavalier Claudium,insieme al Signor D e al fidato Pandolfo,
intraprese un viaggio senza euguali…
decise di scovare gli indiani nani nel giardino della Kolymbetra di Girgenti.
Fino ad ora nessuno è mai riuscito a trovarli,o meglio,
nessuno è mai tornato  indietro da Kolymbetra.
 Da una antica leggenda, si narra che chi li ha visti
si trasformi in albero…
gli uomini diventano alberi di mandarino,
le donne invece diventano alberi di aranci.
Ancora non si sa invece chi siano quelli trasformati
in mandorlo, una vaga idea però forse  c’è ma nessuna leggenda lo riporta.
Il Cavalier Claudium insieme al Signor D. e al fido Pandolfo,arrivano
in un giorno imprecisato di un anno imprecisato
nelle vicinanze dei giardini della Kolymbetra.
Bisognava trovare un ingresso…
Il fidato Pandolfo era molto sicuro di se,
pertanto si mise lui a guidare
l’impresa del nostro trio.
Ma l’impresa risultò difficile sin dall’inizio.
Trovare l’ingresso della Kolymbetra non è stato mai facile per nessuno,
figuriamoci per il fidato Pandolfo.
Arrivati in cima al Girgenti, Pandolfo guidò la
compagnia verso una strada in discesa.
Era una strada in discesa che il fido Pandolfo aveva
percorso migliaia di volte nella sua ormai
lontana gioventù.
Arrivati alla fine della discesa…(segue ? …)

 

 

Written by monsieurclaude in: Monsieur Claude | Tag:

Nessun commento

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Theme: TheBuckmaker.com Best WordPress Themes