La ballata di Rugantino

Eccome qua, so sempre ‘n ber paino un gran ber bocconcino so libero, zitello, indipendente e nun ciò da fa niente!
Ma pensa che bellezza nun ciò niente da fa porcaccia la miseria nientissimo da fa e rompo li stivali a tutta quanta la città perchè…n’ciò niente da fa!!!
Precedente LI CAVAJJERI Successivo Nun je da retta Roma