9 gennaio 1900

Er nove gennaio der millenovecento è n’emmozzione,

Che me fa vení da sempre er magone.

 

Da un bersajere sei nata,

Da subbito sei stata amata.

 

 

Li colori só sempre quelli,

Puro oggi só sempre li più belli.

 

 

Sei l’orgojo cittadino,

Che ce fa sentí più dorce er ponentino.

 

 

Piazza de la Libertá  la tua sede natale,

Pè famme esse er solo padrone de stá Capitale.

 

sogni

Precedente ops... Successivo Monsieur Zoolander Claude