Crea sito
Feb
26
2016
-

Lentamente muore

Lentamente muore chi non viaggia, 
chi non legge, 
chi non può sentire la musica, 
chi non trova grazia in se stesso. 
Muore lentamente 
chi distrugge l’amor proprio, 
chi non si lascia aiutare. 
Lentamente muore 
chi diventa schiavo dell’abitudine, 
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, 
chi non cambia la marcia, 
chi non rischia e cambia colore dei vestiti, 
chi non parla a chi non conosce. 
Muore lentamente 
chi evita una passione, 
chi preferisce il nero su bianco 
e i puntini sulle “i” piuttosto 
che un insieme di emozioni, 
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, 
quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, 
quelle che fanno battere il cuore davanti all’errore e ai sentimenti. 
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, 
chi è infelice sul lavoro, 
chi non rischia la certezza per l’incertezza, 
per inseguire un sogno, 
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati… 
Vivi oggi! 
Rischia oggi! 
Fallo oggi! 
Non lasciarti morire lentamente! 
NON IMPEDIRTI DI ESSERE FELICE!

Pablo Neruda

Written by monsieurclaude in: Monsieur Claude |
Feb
18
2016
-

L’Albero degli amici di Jorge Luis Borges

Esistono persone nelle nostre vite che ci rendono felici

per il semplice caso di avere incrociato il nostro cammino.

Alcuni percorrono il cammino al nostro fianco,

vedendo molte lune passare, 

gli altri li vediamo appena tra un passo e l’altro.

Tutti li chiamiamo amici e ce sono di molti tipi.

Talvolta ciascuna foglia di un albero rappresenta uno

dei nostri amici. 
Il primo che nasce è il nostro amico Papà e la nostra
amica Mamma,

che ci mostrano cosa è la vita.

Dopo vengono gli amici Fratelli, con i quali dividiamo il

nostro spazio affinché possano fiorire come noi.

Conosciamo tutta la famiglia delle foglie che

rispettiamo e a cui auguriamo ogni bene.

Ma il destino ci presenta ad altri amici che non

sapevamo avrebbero incrociato il nostro cammino. Molti di loro

li chiamiamo amici dell’anima, del cuore.

Sono sinceri, sono veri. Sanno quando non stiamo bene,

sanno cosa ci fa felici. E alle volte uno di questi amici dell’anima

si infila nel nostro cuore e allora lo chiamiamo innamorato.

Egli da luce ai nostri occhi, musica alle nostre labbra,

salti ai nostri piedi.
Ma ci sono anche quegli amici di passaggio, talvolta una

vacanza o un giorno o un’ora. Essi collocano un

sorriso nel nostro viso per tutto il tempo che stiamo con loro.

Non possiamo dimenticare gli amici distanti, quelli

che stanno nelle punte dei rami e che quando il vento

soffia appaiono sempre tra una foglia e l’altra.

Il tempo passa, l’estate se ne va, l’autunno si

avvicina e perdiamo alcune delle nostre foglie, alcune nascono

l’estate dopo, e altre permangono per molte stagioni.

Ma quello che ci lascia felici è che le foglie che

sono cadute continuano a vivere con noi, alimentando le nostre

radici con allegria.

Sono ricordi di momenti meravigliosi di quando

incrociarono il nostro cammino. 
Ti auguro, foglia del mio albero, pace
amore, fortuna e prosperità.

Oggi e sempre … semplicemente perché ogni persona che

passa nella nostra vita è unica.

Sempre lascia un poco di se e prende un poco di noi.

Ci saranno quelli che prendono molto,

ma non ci sarà chi non lascia niente.

Questa è la maggior responsabilità della nostra vita e

la prova evidente che due anime non si incontrano 

per caso.

Written by monsieurclaude in: Monsieur Claude |
Feb
16
2016
-

Non parte?

Ho appena visto il mio vicino arabo sbattere il tappeto.

Gli ho chiesto :”che non parte?”

Ora non mi parla più

Written by monsieurclaude in: Monsieur Claude |
Feb
15
2016
-

Monsieur Zoolander Claude

IMG-20160213-WA0034

Written by monsieurclaude in: Monsieur Claude |
Feb
15
2016
-

9 gennaio 1900

Er nove gennaio der millenovecento è n’emmozzione,

Che me fa vení da sempre er magone.

 

Da un bersajere sei nata,

Da subbito sei stata amata.

 

 

Li colori só sempre quelli,

Puro oggi só sempre li più belli.

 

 

Sei l’orgojo cittadino,

Che ce fa sentí più dorce er ponentino.

 

 

Piazza de la Libertá  la tua sede natale,

Pè famme esse er solo padrone de stá Capitale.

 

sogni

Written by monsieurclaude in: Monsieur Claude |
Feb
12
2016
-

ops…

xcf

Written by monsieurclaude in: Monsieur Claude |
Feb
03
2016
-

Fate i turisti non la guerra

g

Written by monsieurclaude in: Monsieur Claude |
Feb
02
2016
-

Ricetta veloce, penne al sugo

c

Written by monsieurclaude in: Monsieur Claude |

Theme: TheBuckmaker.com Best WordPress Themes