Crea sito
Mar
19
2014
-

LA QUARESIMA E’ PER CAMBIARE LA VITA, NO AGLI IPOCRITI ”TRUCCATI DA SANTI”

“Cosa fanno gli ipocriti? Si truccano, si truccano da buoni: fanno faccia di immaginetta, pregano guardando al cielo, facendosi vedere, si sentono più giusti degli altri, disprezzano gli altri. ‘Mah – dicono – io sono molto cattolico, perché mio zio è stato un grande benefattore, la mia famiglia è questa e io sono… ho imparato… conosciuto il vescovo tale, il cardinale tale, il padre tale… Io sono…’. Si sentono migliori degli altri. Questa è l’ipocrisia. Il Signore dice: ‘No, quello no’. Nessuno è giusto da se stesso. Tutti abbiamo bisogno di essere giustificati. E l’unico che ci giustifica è Gesù Cristo”.

Dall’omelia di Papa Francesco del 18 marzo 2014

Written by monsieurclaude in: Claude,Monsieur Claude |
Mar
17
2014
-

Coriii

Cori viè a legge, ce sta un nuovo post

Ma che vorrà dì stavorta?

A che serve poi sto’ blogghè?

Mò tò spiego io a che serve stò blogghe. Nun serve a gniente!

Però voi mette a soddisfazione de vede e conta quelli che lo vengono a visità?

Ahhh che nun cio’ sapevi che se possono vede e conta tutti quelli che leggheno er blog inutile?

Mo cio’ sai.

Saluto tutti speciarmente  a quelli che leggheno “dall’estero”.

Written by monsieurclaude in: Claude,Monsieur Claude |
Mar
17
2014
-

Aforisma

Potranno tagliare tutti i fiori,

ma non fermeranno mai la primavera

Pablo Neruda

Written by monsieurclaude in: Claude,Monsieur Claude |
Mar
14
2014
-

Pippo Bbòno

Era tanto umano tanto de bbon core che a Roma chi l’incontrava diceva:
– Ecco Pippo Bbôn! 
E defatti tutti lo chiamaveno accusi.
Sortanto le gran carità che ffaceva! Nun c’era poverello drento Roma che nun era stato soccorso da lui. Annava a ttrova l’ammalati, li curava, je dava bboni consiji, imparava a llegge e a scrive a li regazzini. Speciarmente pe’ li regazzini, ciannava matto.
Li curava cor una pazienza, cor un amore che nun ve ne dico. Quann’era la festa se li portava a ffa’ mmerenna a Sant’Onofrio sotto la cerqua de Torquato Tasso: llì ddoppo magnato li faceva ggiocà’, ddivertì’ e j’imparavà a ccantà. Perchè fra ll’antre cose, dice che Ssan Filippo Neri era un bravo musicante.
Quanno poi li regazzini faceveno troppa cagnara e l’infastidiveno, je diceva co’ ‘na pazienza da Ggiobbe:
– State bbôni, regazzi, si ppotete, e si nun potete seguitate.

Giggi Zanazzo
Written by monsieurclaude in: Claude,Monsieur Claude |
Mar
13
2014
-

LA MASCHERA-TRILUSSA

Vent’anni fa m’ammascherai pur’io.

E ancora tengo er grugno de cartone

che servì p’annisconne quello mio.

Sta da vent’anni sopra un credenzone

quela Maschera buffa, ch’è restata

sempre co la medesima espressione,

sempre co la medesima risata.

‘Na vorta je chiesi: “Beh, come fai

a conzervà lo stesso bon umore

puro ne li momenti der dolore,

puro quanno me trovo fra li guai?

Felice te, che nun te cambi mai,

felice te, che vivi senza còre”.

La Maschera arispose: “E tu che piagni,

che ce guadagni? Gnente, ce guadagni.

Ché la gente dirà: Povero diavolo,

te compatisco… me dispiace assai…

Ma in fonno, credi, nun je ‘mporta un cavolo.

Fa’ invece come me, ch’ho sempre riso

e, si te pija la malinconia,

coprite er viso co la faccia mia,

così la gente nun se scoccerà…

Da allora in poi, nasconno li dolori

de dietro a un’alegria de cartapista

e passo per un celebre egoista,

che se ne frega de l’umanità.

Written by monsieurclaude in: Claude,Monsieur Claude |
Mar
12
2014
-

LA SANTA PASQUA

Ècchesce a Ppasqua. Ggià lo vedi, Nino:
la tavola è infiorata sana sana
d’erba-santa-maria, menta romana,
sarvia, perza, vïole e ttrosmarino.

Ggià ssò ppronti dall’antra sittimana
diesci fiaschetti e un bon baril de vino.

Ggià ppe ggrazzia de Ddio fuma er cammino
pe ccelebbrà sta festa a la cristiana.

Cristo è risusscitato: alegramente!

In sta ggiornata nun z’abbadi a spesa
e nun ze penzi a gguai un accidente.
Brodetto, ova, salame, zuppa ingresa,
carciofoli, granelli e ’r rimanente,
tutto a la grolia de la Santa Cchiesa.

G.G.Belli ,19 aprile 1835 

Written by monsieurclaude in: Claude,Monsieur Claude |
Mar
06
2014
-

Papa Francesco-5 marzo 2014-Tutto è calcolo e misura

«Oggi spesso la gratuità  non fa parte della vita quotidiana,

dove tutto si vende e si compra.

Tutto è calcolo e misura”

Written by monsieurclaude in: Monsieur Claude |
Mar
04
2014
-

Bernardo di Chartres-citazione

Noi siamo come nani sulle spalle di giganti,

così che possiamo vedere più cose di loro e più lontane,

non certo per l’acume della vista o l’altezza del nostro corpo,

ma perché siamo sollevati e portati in alto dalla statura dei giganti.

Written by monsieurclaude in: Claude,Monsieur Claude |
Mar
01
2014
-

E’ permesso parlare al conducente-G.Proietti

Da oggi c’è ‘na grande novità:

è ammesso de parlà cor conducente

ma devi fallo co’ cordialità

se no quello fa finta che ‘n’te sente.

Su ‘sto tema rifletto e me ce svario:

ce vado in fonno, che nun è leggero!

però, che dici? vale p’er contrario?

cioè da conducente a passeggero?

Comunque s’hai da dì cose carine

parlace pure senza avè paura

e se comporterà da omo fine.

Se invece ciai ‘ntenzioni più cattive,

e je voi dì quarche parola dura,

io li conosco: te conviene scrive.

Written by monsieurclaude in: Monsieur Claude |
Mar
01
2014
-

Paolo Panelli sonetto di G.Proietti

Era stonato Paolo, me ricordo;

e tutti ce ridevano, per cui

era difficile formà ‘n’accordo

quanno ner coro c’era pure lui.

Ma nun era da coro, era ‘n’solista!

E me sò sempre chiesto come fa,

e ce riesce solo chi è ‘n artista

a trasformà ‘n difetto in qualità.

Oggi lo benedico quer difetto,

che me consente, mentre n’addoloro,

de dedicaje l’urtimo sonetto.

Paolo nun ce sta più. Giuro su Dio

manca quarcuno che non sta ner coro,

e me sento stonato pure io.

Written by monsieurclaude in: Monsieur Claude |

Theme: TheBuckmaker.com Best WordPress Themes